Ricerca per parola chiave

È dedicato al tema dei minori stranieri non accompagnati il convegno nazionale organizzato dal Cnca (Coordinamento nazionale comunità di accoglienza) in programma il prossimo 11 maggio a Roma.
La giornata di studio Costruttori di ponti. Migranti minorenni soli, storie di migrazioni oltre gli stereotipi. Chi incontriamo, cosa ci dicono, quali politiche fornirà dati aggiornati sulle dimensioni del fenomeno e sarà l'occasione per riflettere sulla condizione dei bambini e dei ragazzi stranieri soli in Italia e sulle politiche di tutela e inclusione.
«L'incontro con i migranti minorenni soli», scrivono gli organizzatori nella presentazione dell'evento, «pone nuove domande alla società civile, alle comunità territoriali, agli operatori, ai servizi e alle diverse strutture di accoglienza». È necessario un radicale ripensamento rispetto alla reale adeguatezza del sistema dell'offerta e alle competenze degli operatori, spiega il Cnca, e «contestualmente occorre evitare generalizzazioni e pericolosi stereotipi, assumendo con responsabilità la competenza di accogliere ogni storia umana come unica, percorrendo sempre la strada della relazione autentica con ciascun minorenne».
La sessione mattutina prevede l'introduzione di Liviana Marelli (coordinatrice del Gruppo tematico nazionale infanzia, adolescenza e famiglia del Cnca) e gli interventi della deputata Sandra Zampa e di Stefania Congia (Ministero del lavoro e delle politiche sociali), che offrirà un quadro dei dati quantitativi e qualitativi.
A seguire si terrà una tavola rotonda sul tema Chi incontriamo? Confronto su processi, pratiche e innovazioni. La diversità degli sguardi e la necessità di coordinamento fra tutti gli attori coinvolti e un dibattito.
La sessione pomeridiana darà spazio ad altri interventi, a un dibattito e alle conclusioni di Marina Galati, vicepresidente del Cnca.

(Crediti foto)