Ricerca per parola chiave

Un gruppo di alunni coinvolti nel Progetto nazionale per l'inclusione e l'integrazione dei bambini rom, sinti e caminanti ha partecipato al concorso Bambini uniti, rom e non rom. Batti 5! Cinque modi di essere uguali, con un disegno intitolato Rom e gagé cittadini del mondo.
Il disegno raffigura una grande mano. I giovani autori - alunni della primaria dell'Istituto comprensivo 83° Porchiano–Bordiga del quartiere napoletano Barra - hanno rappresentato così cinque modi di essere uguali: amicizia, giocare, istruzione, famiglia, umanità.
Il concorso è organizzato dalla Direzione generale della giustizia e dei consumatori della Commissione europea, con l'obiettivo di far riflettere i bambini, gli insegnanti e i genitori su ciò che ci unisce e ci permette di vivere insieme in una società inclusiva e mista. Le scuole partecipanti sono state invitate a creare gruppi di studenti composti da bambini rom e non rom.
La selezione dei vincitori avverrà in tre fasi: nella prima la giuria selezionerà un vincitore nazionale per ciascuno dei 28 Stati membri dell'Unione europea; nella seconda i 28 disegni selezionati di ogni Paese verranno presentati sul sito della Direzione generale della giustizia e dei consumatori e si aprirà una votazione pubblica; nella terza, infine, la giuria selezionerà i vincitori assoluti per il primo, il secondo e il terzo posto, tenendo conto dei risultati del voto del pubblico.
I tre gruppi vincitori riceveranno buoni per materiali artistici e/o libri per un valore di 1000 euro (primo premio), 500 euro (secondo premio) e 250 euro (terzo premio).
Il Progetto nazionale per l'inclusione e l'integrazione dei bambini rom, sinti e caminanti, giunto alla sua terza annualità, è un'iniziativa promossa dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con la collaborazione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca e la partecipazione dell'Istituto degli Innocenti. Per approfondimenti si rinvia alla sezione dedicata di questo sito.