Ricerca per parola chiave

Ha preso il via la settimana scorsa e proseguirà fino al 21 ottobre la campagna Indifesa, un'iniziativa promossa da Terre des hommes per richiamare l'attenzione sulla condizione di vulnerabilità delle bambine in Italia e nel mondo e sostenere progetti finalizzati a combattere e prevenire il fenomeno degli abusi e delle discriminazioni di genere.

La campagna sarà presentata ufficialmente a Roma, nella Sala monumentale della Presidenza del Consiglio dei ministri, il prossimo 10 ottobre, alla vigilia della prima Giornata mondiale delle bambine, istituita dall'Onu a seguito di un'ampia mobilitazione di Plan international a cui hanno aderito varie organizzazioni che si occupano di diritti dei bambini e altre realtà.

Inviando un sms solidale al costo di due euro al numero 45501, attivo fino al 21 ottobre, si potrà contribuire al finanziamento dei progetti promossi dalla fondazione milanese per contrastare alcune delle peggiori forme di discriminazioni che colpiscono le più giovani, come quelle di cui sono vittime le “spose bambine” del Bangladesh, le “bambine domestiche” del Perù, le “mamme bambine” della Costa d'Avorio e le “bambine salvate dall'infanticidio” dell'India.

La conferenza di presentazione sarà l'occasione per riflettere sul tema delle violenze e delle discriminazioni di genere, indagandone i diversi aspetti da vari punti di vista: politico, giuridico e sociale. Questi alcuni argomenti che saranno approfonditi dai relatori: Le bambine nell'agenda delle politiche sociali, La risposta dell'Italia alla violenza sulle bambine, La discriminazione di genere e l'attenzione del Parlamento.

All'incontro prenderanno parte esperti e rappresentanti istituzionali, fra i quali: Elsa Fornero, ministro del lavoro e delle politiche sociali; Alessandra Mussolini, presidente della Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza; Vincenzo Spadafora, garante nazionale per l'infanzia e l'adolescenza. Chiuderà i lavori Gianfranco Fini, presidente della Camera dei deputati. Nel corso della conferenza, inoltre, verranno presentati il dossier di Terre des hommes La condizione delle bambine e ragazze nel mondo e il dossier Cronache bambine, realizzato dalla fondazione in collaborazione con Ansa.

Plan Italia, associazione affiliata a Plan international, nel proprio sito web spiega le principali motivazioni alla base della Giornata dell'11 ottobre e il suo obiettivo: «le bambine subiscono una doppia discriminazione, di genere e di età, e sono il gruppo più marginalizzato e discriminato nel mondo. La nuova giornata mondiale farà sì che i diritti delle bambine siano posti al vertice delle priorità nei prossimi decenni». (bg)