Ricerca per parola chiave

Prende il via oggi, ad Amsterdam, la diciannovesima Conferenza annuale della Rete europea dei Garanti per l'infanzia e l'adolescenza (Enoc). Un appuntamento importante, che mette a confronto studiosi, esperti e Garanti per l'infanzia e l'adolescenza provenienti da 33 Paesi europei sulla violenza contro i minori, focus dei lavori di questa edizione.

Durante la tre giorni, in programma fino al 24 settembre, i membri dell'Enoc avranno l'opportunità di scambiare buone pratiche e informazioni sulle attività e i progetti sul tema della conferenza e altri argomenti, realizzati dai componenti della Rete. Il 24 settembre si terrà l'Assemblea generale dell'Enoc.

L'evento sarà l'occasione per discutere vari aspetti, come l'impatto della violenza sui minori sulla vita da adulti, la violenza sessuale sui bambini e gli adolescenti, il lavoro delle reti di organizzazioni che si occupano di minori per prevenire maltrattamenti e abusi sui più piccoli. Nel corso dell'incontro, inoltre, verrà presentato il video Let's talk young, let's talk about violence, che riporta il punto di vista dei ragazzi e delle ragazze protagonisti dei laboratori di partecipazione organizzati in 10 Paesi nei mesi scorsi.

La Rete, fondata nel 1997, organizza annualmente una Conferenza e un'Assemblea dei membri per definire i percorsi comuni. Ogni anno è dedicato a un tema prioritario sul quale si sviluppa un calendario di lavoro nei diversi Paesi.

Questi gli obiettivi principali dell'Enoc: promuovere la più ampia attuazione della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, sostenere i gruppi di pressione per i diritti dei minori, condividere informazioni, approcci e strategie e promuovere lo sviluppo di Autorità indipendenti in altri Paesi. L'Italia è entrata a farvi parte nel 2012. (bg)