Ricerca per parola chiave

Il 27 gennaio 2019 si celebra in tutto il mondo il Giorno della memoria, per non dimenticare lo sterminio del popolo ebraico. Molte iniziative promosse nel nostro Paese in occasione della giornata - istituita, in Italia, con la legge 20 luglio 2000 n. 211 - si rivolgono ai più giovani e alle scuole, come il Viaggio della memoria in Polonia organizzato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) in collaborazione con l’Ucei (Unione delle comunità ebraiche italiane).
Il viaggio si è svolto il 20 e 21 gennaio scorsi e ha coinvolto oltre cento studenti, scelti con le loro scuole per aver realizzato i migliori progetti didattici sul tema della Shoah. Hanno partecipato, fra gli altri: Giuseppe Chiné, Capo di Gabinetto del Miur; Noemi Di Segni, presidente dell’Ucei; David Ermini, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura; Francesco Minisci, presidente dell’Associazione nazionale magistrati.
Il 25 gennaio, a Roma (Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari della Camera dei deputati, via di Campo Marzio 78), si è tenuto il convegno Trasmettere e insegnare la Shoah è impossibile?,  organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah, dal Miur e dall’Ucei, in collaborazione con la Camera dei deputati. Durante l’incontro – a cui sono intervenuti, fra gli altri, il Presidente della Camera Roberto Fico e il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Marco Bussetti - è stato presentato il portale Scuola e memoria, realizzato dal Miur. L’appuntamento è alle 10.30.
Da segnalare anche L’Olocausto raccontato ai ragazzi, sezione del sito Rai Il Giorno della Memoria dedicata ai più giovani, che contiene approfondimenti sul tema, segnalazioni di libri per ragazzi, video e altri materiali.

(Crediti foto)