Ricerca per parola chiave

L’11 e 12 ottobre, a Lecce (Grand Hotel Tiziano e dei Congressi, viale Porta d’Europa), si terrà il 38esimo convegno nazionale dell’Associazione italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia (Aimmf) Il Giudice delle relazioni: tra disagio, devianza e nuove fragilità.
«L’obiettivo – si legge nella presentazione - è coinvolgere culture e professionalità diverse che operano in un campo comune: magistrati minorili e di famiglia, togati e onorari; avvocati; responsabili delle organizzazioni e operatori del welfare, pubblici e del Terzo Settore (assistenti sociali, psicologi, pedagogisti, educatori, medici); professionisti a diverso titolo interessati ad approfondire queste tematiche: insegnanti, ricercatori, sociologi, economisti, giornalisti e operatori dell’informazione, operatori delle Forze dell’ordine. È un incontro tra mondi diversi che hanno poche occasioni di approfondimento e confronto comune, pur essendo coinvolti a vari livelli attorno ad esperienze di vita di persone di minore età».
Il convegno si aprirà con la relazione di Maria Francesca Pricoco, presidente dell’Associazione italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia, e proseguirà con altri interventi, fra cui quello dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Filomena Albano. Durante la sessione pomeridiana, invece, si svolgerà un dibattito sul tema Quale giustizia civile vicina ai minori e alle famiglie? Sistemi per (far) crescere.
La seconda giornata darà spazio ad altri interventi e a una riflessione sul tema Quale giustizia penale minorile? Interventi sul disagio per prevenire la devianza.