Ricerca per parola chiave

Cinquanta cittadini che accompagnano minorenni stranieri soli o rifugiati nel loro percorso di crescita personale e inclusione sociale: è l’idea del progetto Fianco a fianco: cittadini e giovani migranti insieme, promosso da Refugees Welcome Italia e dall’Unicef in collaborazione con il Comune di Palermo.
L’iniziativa si rivolge a tutti coloro che desiderano diventare “mentori”, cioè mettere a disposizione le proprie risorse – sociali, relazionali, professionali – e un po’ del proprio tempo per aiutare ragazzi stranieri, arrivati in Italia da soli, a realizzare il proprio progetto di vita nel nostro Paese.
«Un mentore – si spiega nel sito di Refugees Welcome Italia - è un cittadino che, gratuitamente, sceglie di accompagnare un giovane migrante nel suo percorso di crescita personale e di integrazione sociale, creando una relazione di fiducia. Questo vuol dire dargli una mano nel risolvere problemi quotidiani, sostenerlo nelle sue decisioni così come nello studio o nel lavoro, condividere con lui momenti di svago, incoraggiarlo a realizzare le sue potenzialità. Il mentore ascolta, orienta, crea nuove connessioni, condivide conoscenze e competenze, attiva risorse e opportunità, dedica tempo, promuove l’autonomia».
Gli aspiranti mentori verranno individuati attraverso una campagna di comunicazione, e saranno poi selezionati, formati e affiancati a un minorenne migrante o rifugiato.
Le modalità per candidarsi e i requisiti per partecipare al progetto sono indicati nel sito di Refugees Welcome Italia.