Ricerca per parola chiave

La questione delle migrazioni nel lavoro con nuclei mamma-bambino: un approccio etnopsichiatrico è il tema al centro del seminario in programma il 30 novembre, a Roma (Sala Formazione della “Cittadella della Carità” della Caritas Diocesana, via Casilina Vecchia 19).
La giornata di studio è organizzata dalla cooperativa sociale Kairos e altre realtà nell’ambito del progetto #crescereinsieme, iniziativa finanziata dall’impresa sociale Con i bambini che si propone di integrare e mettere a sistema i servizi rivolti alle madri sole in difficoltà con figli da zero a sei anni.  
I principali obiettivi del seminario - rivolto agli operatori dei servizi sociosanitari ed educativi, pubblici e privati, di Roma e del Lazio – sono quelli di ampliare le conoscenze e le competenze di intervento con donne migranti e avviare una riflessione sulla genitorialità che includa aspetti legati alla provenienza e all’esperienza migratoria. Interverranno psichiatri, psicologi, educatori e altri esperti.  
Il progetto, promosso dalla cooperativa sociale Kairos (capofila) e altre realtà, punta a favorire l’autonomia delle madri sole in difficoltà con una serie di azioni strettamente collegate tra loro: un’agenzia per la ricerca della casa e del lavoro; interventi di sostegno alla genitorialità (visite domiciliari, supporto psicologico, promozione dell’allattamento materno, gruppi di mutuo-aiuto); l’attivazione di reti di famiglie solidali, che accompagnino le madri nella loro quotidianità; il consolidamento della Rete delle strutture e dei servizi per i nuclei vulnerabili mamma-bambino.