Ricerca per parola chiave

La proprietà intellettuale spiegata ai ragazzi è il titolo dell’evento finale del progetto europeo Peers say NO, che si terrà l’11 gennaio, a Roma (Museo nazionale delle arti del XXI secolo, via Guido Reni 4/a). In occasione dell’incontro gli studenti dell’Istituto Comprensivo Via Micheli della Capitale presenteranno i lavori realizzati durante i laboratori previsti da Peers say NO (video, interviste, slogan, canzoni, ecc.).
Il progetto, realizzato da Adiconsum in collaborazione con altre realtà, ha puntato a rendere consapevoli i più giovani dell’importanza della tutela della proprietà intellettuale per la ricerca scientifica e medica, il progresso tecnologico, la produzione culturale, la moda, il design, l’intrattenimento. «Senza tutela – si spiega nel sito www.ioscelgoautentico.net dedicato all’iniziativa -, si rischia di veder crollare l’attività di settori la cui rilevanza tutti possono capire. Si mettono a repentaglio posti di lavoro, intere economie, la sicurezza dei cittadini, l’ambiente… in una parola il nostro stesso futuro».
Grazie ai laboratori del progetto i ragazzi hanno imparato come distinguere i prodotti veri da quelli contraffatti, quali sono le differenze e i rischi per l’utilizzatore finale, cos’è la pirateria e perché va combattuta e come accedere a contenuti legali (musica, film, software, videogiochi) gratuitamente o a prezzi accessibili.
Peers say NO è cofinanziato dall’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale.