Ricerca per parola chiave

Nell’anno scolastico 2017/2018 gli alunni con disabilità che frequentavano le scuole italiane di ogni ordine e grado erano 268.246, il 3,1% del totale della popolazione studentesca e 14 mila in più rispetto all’anno precedente. È quanto emerge dalla pubblicazione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca I principali dati relativi agli alunni con disabilità. Anno scolastico 2017/2018.
L’indagine presenta una fotografia del grado d’inclusione degli alunni con disabilità nel sistema scolastico italiano, riporta dati sulle scuole a gestione statale e non statale e offre un approfondimento sulle secondarie superiori. La pubblicazione contiene anche dati su altri aspetti, come le diverse tipologie di disabilità e la distribuzione degli alunni disabili in sezioni e classi, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di secondo grado.
Nell’anno scolastico 2017/2018 gli studenti con disabilità erano 31.724 nella scuola dell’infanzia, 95.081 nella primaria, 71.065 nella secondaria di primo grado e 70.376 nella secondaria di secondo grado. Netta la prevalenza del genere maschile.
I dati evidenziano una distribuzione disomogenea degli alunni con disabilità a livello territoriale. «Mediamente le regioni dell’Italia centrale e del Nord Ovest – si legge nella pubblicazione - presentano le percentuali più elevate di alunni con disabilità certificata sul totale dei frequentanti: se nel complesso del sistema scolastico italiano essa è del 3,1%, nel Centro Italia e nel Nord Ovest si attesta al 3,2% rispettivamente con 53.748 alunni con disabilità su un totale di 1.667.396 alunni e con 70.611  alunni con disabilità su  un numero di alunni complessivi di circa 2.203.000. Per le regioni del Nord Est si ha, con 44.799 alunni con disabilità su 1.642.467 alunni complessivi, la percentuale più contenuta, pari al 2,7%. Quanto alle regioni meridionali si registrano 99.088 alunni con certificazione di disabilità su un totale di 3.151.558 frequentanti (3,1% del totale)».
Altri dati rivelano che nel 96,4% dei casi la disabilità era di tipo psicofisico: il 68,4% degli alunni disabili presentava una disabilità intellettiva, il 3,2% una disabilità motoria e il 24,8% era portatore di un altro tipo di disabilità; l’1,4% presentava una disabilità visiva e il 2,3% una disabilità uditiva.