Ricerca per parola chiave

Laboratori, dibattiti, giochi e molte altre iniziative per celebrare i trent’anni della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo. Unicef Generation, la kermesse promossa dall’organizzazione impegnata da anni nella tutela dei diritti dei più piccoli, si terrà a Roma (Piazza del Popolo), dal 4 al 6 ottobre.
La tre giorni sarà l’occasione per discutere di vari argomenti - come l’uso sicuro del web, le guerre, lo sport, la lotta contro l’odio - e vedrà la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni, opinion leader, giornalisti, personalità del mondo della cultura, della politica, dello spettacolo e dello sport.
Unicef Generation prevede anche un prologo, il 3 ottobre, con il primo hackathon dedicato alla Capitale: 120 studenti e giovani volontari si riuniranno per dare vita all’incontro HACKING ROME: trasformare i problemi in progetti per la Roma dei bambini di oggi e di domani, da cui scaturiranno le proposte che verranno presentate alla sindaca di Roma Virginia Raggi il 4 ottobre, durante l’apertura della manifestazione.
«UNICEF Generation - sottolinea il presidente dell’Unicef Italia Francesco Samengo - sarà un’occasione di confronto, dialogo e racconto per affrontare le tematiche del nostro tempo con uno sguardo rivolto ai protagonisti del nostro futuro – i bambini, gli adolescenti e i giovani – andando oltre i luoghi comuni e gli stereotipi e celebrare il trentennale della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza divenuta il trattato sui diritti umani più ratificato della storia».